Casa, amici e universi Il Senso del Viaggio

Grandi Coraggiosi Solitari Viaggiatori Maschi

Scritto da il 29/07/2012

GCSVM: acronimo che sta per “Grandi Coraggiosi Solitari Viaggiatori (Maschi)”. Bello l’articolo di Repubblica ripreso dal libro in uscita in questi giorni Il tao del viaggio – Dalai Editore, scritto da un viaggiatore che solo ci viaggia davvero, Paul Theroux.

Henry David Thoreau, Sir Richard Burton, V. S. Naipaul, Bruce Chatwin, Rudyard Kipling, Graham Greene, D. H. Lawrence, Somerset Maugham, John Steinbeck… nomi di tutto rispetto. Si scoprono le loro idiosincrasie, l’incapacità di comunicazione o di stare soli, si scopre che sono sempre accompagnati da mogli, amanti, amici. Nulla di male se non fosse che nei loro libri tacciono il più possibile dei loro compagni e fanno l’apoteosi del viaggiatore solitario. Lecito, soprattutto in letteratura. Ma da viaggiatore un po’ più di onestà non guasterebbe.

E io? Viaggio, ho viaggiato e viaggerò sola, in due e in gruppo. Dipende dal viaggio, dal momento e dalla situazione. Ognuna di queste modalità ha vantaggi e svantaggi. Avevo approfondito entrambi in un paio di post: Viaggiatore Solitario e Compagni di Viaggio.

A tutti buona strada,

Anna

TAGS
RELATED POSTS

LASCIA UN COMMENTO

ANNA MASPERO
Como, IT

Ho insegnato inglese, piantato alberi, letto molto e molto viaggiato. Non ho mai smesso di cercare e di pormi domande e sono certa che molte risposte stiano nel viaggio e nei libri. Ho scritto due libri sul viaggio: “A come Avventura, Saggi sull’arte del viaggiare” e “Il Mondo nelle Mani, Divagazioni sul viaggiare”, sono autrice della guida Bolivia e della guida Colombia, tutti editi da Polaris. Collaboro con diverse riviste fra cui LatitudesLife ed Erodoto108. Quando non sono in giro per il mondo, mi trovate nella mia fattoria in Brianza e naturalmente sempre sul mio blog.


Collaborazioni

I MIEI LIBRI