Le mie Letture

Il viaggio come cura

Scritto da il 22/05/2016

Travel Therapy – Come scegliere il viaggio giusto al momento giusto di Federica Brunini – Ebook Emmabooks €2,99 (originariamente pubblicato da Morellini)

Un “ricettario” per orientarsi nel mondo usando il viaggio come terapia per curare ansie, insoddisfazioni, solitudine e abbandoni. Perché viaggiare fa bene…

Cosa hanno in comune mete turistiche come le Eolie e Seattle? Barcellona e Bali? Roma e il Dodecaneso? La Basilicata e le Isole Mascarene? Tallin e la Polinesia? Torino e Marrakech? L’Alta Val Badia e il Masai Mara? Nulla in apparenza, ma certo qualche aspetto più segreto, visto che la scrittrice e “travel therapist” Federica Brunini le ha sperimentate, scelte e abbinate come possibili rimedi per curare uno stesso malessere. Il titolo del suo nuovo libro “Travel Therapy”, potrebbe far pensare a un manuale su come affrontare i malanni tipici del viaggio, dalla dissenteria alla malaria. E’ invece l’esatto contrario, un libro su come utilizzare i poteri taumaturgici del viaggio per curare varie e diffuse patologie (ansie, insoddisfazioni, solitudine, abbandoni…).

Alla base una teoria non certo nuova, ma spesso trascurata: viaggiare fa bene, a patto di scegliere la destinazione adatta e la compagnia giusta perché, come spiega l’autrice, “nulla come un cambiamento di prospettiva e di geografia può curare le nostre piccole e grandi inquietudini ed esaltare o amplificare le nostre gioie e le nostre soddisfazioni”. Travel Therapy è una sorta di “ricettario” per orientarsi nel mondo e non sbagliare cura/destinazione, ma trarre dal viaggio il massimo dei benefici. Un libro scritto da una donna e rivolto soprattutto ad altre donne, felicemente o disperatamente sole, deluse o innamorate, in compagnia dell’amica del cuore o di un amico da scoprire, con un fidanzato in rodaggio o un marito ormai collaudato, in viaggio di nozze o con un menage da ravvivare… Un manuale di agile lettura, ma non un banale elenco di mete stravaganti e improbabili, come capita spesso di trovare sfogliando le riviste in periodo pre-vacanze estive.

Per facilitare la scelta, le destinazioni sono suddivise per distanza, da quelle vicine a quelle lontane e lontanissime. Non si tratta però solo di trovare la meta adatta in base al clima, al tempo a disposizione, ai costi e ai propri gusti personali. Le destinazioni sono suddivise anche per stati d’animo, perché prima ancora di “guardare fuori” e puntare il dito sul mappamondo, bisogna “guardarsi dentro”, capire i propri bisogni, farsi una diagnosi e scegliere la medicina più adatta. Infatti, nonostante una stessa medicina possa avere effetti diversi su persone diverse, è anche vero che alcune mete più di altre sembrano possedere gli ingredienti giusti per far ritrovare il sorriso e il benessere. E Federica Brunini, mai banale, talvolta un po’ spiazzante, da vera viaggiatrice dispensa consigli con sicurezza e buonsenso sul dove andare per ottenere il massimo dei benefici, offrendo anche una manciata di dritte sul come orientarsi una volta arrivati a destinazione. Il primo consiglio? Partire. E andare là dove porta il cuore…

E per conoscere meglio l’autrice fate un salto sul suo blog.

Anna

TAGS
RELATED POSTS
1 Comment
  1. Rispondi

    Paola

    24/07/2011

    … sembra molto carino questo libro, grazie di avercelo fatto conoscere.

LASCIA UN COMMENTO

ANNA MASPERO
Como, IT

Ho insegnato inglese, piantato alberi, letto molto e molto viaggiato. Non ho mai smesso di cercare e di pormi domande e sono certa che molte risposte stiano nel viaggio e nei libri. Ho scritto due libri sul viaggio: “A come Avventura, Saggi sull’arte del viaggiare” e “Il Mondo nelle Mani, Divagazioni sul viaggiare”, sono autrice della guida Bolivia e della guida Colombia, tutti editi da Polaris. Collaboro con diverse riviste fra cui LatitudesLife ed Erodoto108. Quando non sono in giro per il mondo, mi trovate nella mia fattoria in Brianza e naturalmente sempre sul mio blog.


Collaborazioni

I MIEI LIBRI