Il Senso del Viaggio News

Net-etiquette

Scritto da il 17/12/2007

Lo so. La net-etiquette dice che ai commenti dei “post” non si risponde e che  i commenti ricevuti vanno pubblicati tutti senza censure. Però sono in vena di trasgressioni.

E allora rispondo ai commenti inviati al post pubblicato qui sotto “Non sarà un’Avventura”, con un GRAZIE collettivo. E ne approfitto per ringraziare anche i tanti amici che hanno preferito scrivermi via mail (forse per pigrizia ad usare la sezione “commenti”, forse per potermi scrivere più in libertà i loro pensieri). Sono  pensieri belli e “terapeutici”, e ne vorrei condividere qualcuno …:

che stupore leggere queste righe e il blog. Ma una svolta porta sempre qualcosa di buono, soprattutto se a sentirne la necessità è una persona con la testa piena di cose belle come la tua. Quindi? Quindi, ti auguro davvero di stare serenissima e goderti la saggezza che le tue parole si portano appresso.

Non isolarti: coltiva chi ti vuol bene, le persone belle che hanno viaggiato con te.”

Si chiude un capitolo e se ne apre un altro davanti a te, più ricco e stimolante e senza vincoli!”

Mi sento orfana della mia capogruppa preferita…”

Mi auguro che tu rimanga presidente, perché lo sai fare,e che si possa continuare ad avere un Angolo così vivace e tosto. Che hai creato soprattutto tu.”

Cara Anna, non ci credo… permettimi di pensare che questa pausa sia “solo” semestrale, altrimenti è davvero un gran peccato !!! La sensazione più forte che provo è che sarebbe un grande spreco, di competenza, esperienza, passione …”

Per quel che riguarda le censure, confesso di non avere pubblicato  un paio di commenti inviati al blog , e mi scuso con i mittenti. In realtà erano messaggi molto affettuosi, ma forse proprio per eccesso di affetto, rischiavano di innestare una polemica che voglio evitare. Sto cercando di non fare un ‘caso’ di questa che rimane una mia decisione personale, anche se, lo ammetto, è una scelta cui mi sono trovata di fronte mio malgrado e cui non ero davvero preparata.

Se non voglio farne un caso, e soprattutto un ‘casus belli’, non posso però nemmeno inventare improbabili scuse con tutti gli amici che mi chiedono delle prossime partenze. Come non posso, in questo blog che è nato proprio per riflettere sul senso del viaggio, fare finta di nulla. E non voglio neppure minimizzare, come invece  in molti  mi consigliano. Sono consapevole che la causa del problema, anche se per nulla banale, sarebbe, o sarebbe stata, superabile. Il mio lungo rapporto con Avventure è infatti entrato in crisi non davanti a problemi o divergenze di gestione di viaggi o a causa di altre opportunità che mi sono state offerte, ma è naufragato nel mare di internet, a causa dei link e della mia collaborazione, tra l’altro sempre a titolo gratuito, ad associazioni, onlus, editori e riviste. Ma io sono fatta così, curiosa di gente e il più possibile aperta al mondo: se non fossi così non avrebbe neppure senso viaggiare. E i compromessi non mi sono mai venuti bene.

Passata la botta iniziale, passata anche una seconda (ci si dà sempre una seconda possibilità) e superato l’aspetto emozionale, ho cercato di razionalizzare e ho capito che in fondo quel che è successo mi offre l’opportunità di fare un bilancio e forse di ripensare il mio viaggiare, perché tale era il mio senso si appartenenza che probabilmente mai avrei fatto questa scelta senza un’energica “spinta” …

Anche se le nostre strade non dovessero più convergere, vorrei però rimanesse con tutto questo mondo che per tanti anni è stato anche il mio, un rapporto sereno. E’ un peccato rovinare il ricordo di un vissuto prezioso per discussioni o polemiche.

Diceva il capo indiano Seattle: “Lasciate solo orme, portate via solo ricordi“, e io credo di avere lasciato delle orme, sicuramente mi porto via tanti ricordi.

Anna, 17 dicembre 2007

Lascia solo orme, porta via solo ricordi

TAGS
RELATED POSTS
1 Comment
  1. Rispondi

    Dima

    27/12/2007

    Partiamo dalla fine, dal fatto che ti porti dietro ricordi, tanti, brutti, belli, così e così, ricordi di un universo di persone e di mondi diversi che ci arricchiscono sempre così tanto… Spero che tu viva serenamente questo cambiamento. Fai bene, certo è quasi banale dirlo, ma abbiamo il diritto quasi il dovere di non accontentarci di qualcosa che non sentiamo più. Non so se questa tua decisione è definitiva, lo deciderai con calma… quello di cui non ho mai dubitato è che i punti fermi e importanti sarebbero restati intatti, magari anche arricchiti e rivestiti a nuovo: la voglia di viaggiare, di conoscere e poi di condividere questo con altri, direttamente sul posto o successivamente scrivendo, chiacchierando, guardando le immagini…continua a viaggiare e a comunicare, bene come sai fare.
    Dima

LASCIA UN COMMENTO

ANNA MASPERO
Como, IT

Ho insegnato inglese, piantato alberi, letto molto e molto viaggiato. Non ho mai smesso di cercare e di pormi domande e sono certa che molte risposte stiano nel viaggio e nei libri. Ho scritto due libri sul viaggio: “A come Avventura, Saggi sull’arte del viaggiare” e “Il Mondo nelle Mani, Divagazioni sul viaggiare”, sono autrice della guida Bolivia e della guida Colombia, tutti editi da Polaris. Collaboro con diverse riviste fra cui LatitudesLife ed Erodoto108. Quando non sono in giro per il mondo, mi trovate nella mia fattoria in Brianza e naturalmente sempre sul mio blog.


Collaborazioni

I MIEI LIBRI