I miei Libri Il Senso del Viaggio

10 maggio: giornata della bicicletta

on
10/05/2015

SoldeMananaBolivia_5000mOggi 10 maggio è la giornata nazionale della bicicletta: ecco per l’occasione tre libri Polaris…

Giallo Francia di Gaia Piccardi: la Francia osservata attraverso le lenti d’ingrandimento del Tour de France.

Bicincina: pedalando da Pechino a Shanghai di Marco Zuccari: un’avventura riassunta in un calembour in cui è concentrato tutto: il mezzo (la bicicletta), una preposizione semplice di luogo (in) e il punto di partenza e di arrivo di una cavalcata tra l’eroico e l’esilarante. (qui la mia recensione)

Mamma li Turchi di Emanuele Bellini: un viaggio di scoperta sulle due ruote lungo le strade della Turchia.(qui la mia recensione)

E alla bicicletta dedico un ELOGIO tratto dalle pagine del mio Il Mondo nelle Mani: divagazioni sul viaggiare. LEGGILO, o meglio, SCARICA QUI IL VIDEO.

ELOGIO DELLA BICICLETTA

Sì, pedalare, perché la bicicletta…

… è filosofia e linguaggio, è simbolo e utopia.

… non è solo uno strumento o un mezzo di trasporto, ma mescola utilità, sport e piacere.

… è popolare e intellettuale, democratica e snob.

… restituisce il gusto di un movimento che è naturale, proprio come respirare.

… è memoria di quando si era piccoli e fa ritornare un poco bambini.

… è universale e a dimensione d’uomo.

… ci dà un senso di appartenenza a un luogo.

… è l’elogio della lentezza, ma capace di regalare il piacere della velocità.

… è alternativa, ecocompatibile e si parcheggia facilmente.

… ha bisogno solo di muscoli e di un po’ di forza di volontà.

… è silenziosa e gentile.

… è semplicità, equilibrio, leggerezza e bellezza.

… è uno strumento perfetto e tu sei il musicista.

… non ha diaframmi fra dentro e fuori, apre al mondo, e tu lo attraversi e lui ti attraversa.

… si muove a contatto con la terra, dentro la natura e fra la gente.

… fa sentire di nuovo il profumo delle stagioni.

… è il vento in faccia e il sudore sulla pelle.

… allarga gli orizzonti e arriva (quasi) ovunque.

… è una vera compagna di viaggio, capace di trasformarlo sempre in un’avventura.

… è libertà e amore per la strada.

… e anche se dà dipendenza come la droga, fa bene al corpo, alla mente e al cuore…

 

E per finire:

Musica maestro! I want to ride my bicycle dei Queen e un corto davvero divertente.

Anna

TAGS
RELATED POSTS
ANNA MASPERO
Como, IT

A come Avventura, B come Bolivia , C come Colombia, M come Mondo… ma anche C come Casa e Cascina Chigollo… Potrebbe essere il titolo del racconto della mia vita di partenze e ritorni. Da mio nonno, soprannominato “Mericàn”, emigrato in Perù e poi ritornato fra le colline della sua Brianza, ho ereditato lo spirito d’avventura e l’amore per la mia terra. Perché di queste due cose sono fatta, un po’ nomade e un po’ stanziale. Andare e ritornare, proprio come le rondini che ancora nidificano sotto i tetti della fattoria del nonno dove vivo…. “Inverno in Egitto, giugno a Parigi. Snobismo delle rondini“, scriveva Paul Morand. Il viaggio è stato per me il primo amore. A quarant’anni ho dato le dimissioni dall’Istituto Sperimentale Linguistico dove insegnavo inglese, preferendo la vita a colori del mondo che è fuori, inseguendo nuove partenze e nuovi ritorni, ma sempre con la passione e la curiosità della prima volta.


I MIEI LIBRI