on
10/03/2009

Ciao orsacchiotto. Sedici anni fa ti sei presentato alla mia porta e hai deciso che era la tua casa. Non ti ho scelto. Piuttosto il contrario.  Come ti sei scelto gli altri tuoi “padroni” e a tutti sei stato capace di regalare affetto, simpatia e gioia di vivere. Come passano in fretta sedici anni… Ci mancherai. A me, Enzo e Daniela e un po’ a tutti qui al Grillo. Ma sei vissuto libero e felice.  Davvero un cane fortunato. Come siamo stati fortunati noi ad essere stati adottati da te. Buon viaggio amico mio.

Aggiorno questo ricordo con il  link  a un pezzo dedicato a “Zerborso” scritto da Wilfred: un’assoluta anteprima del suo futuro libro a cui di cuore auguro fortuna. Grazie Wilfred, anche da Zerby!!!!

TAGS
RELATED POSTS
ANNA MASPERO
Como, IT

A come Avventura, B come Bolivia , C come Colombia, M come Mondo… ma anche C come Casa e Cascina Chigollo… Potrebbe essere il titolo del racconto della mia vita di partenze e ritorni. Da mio nonno, soprannominato “Mericàn”, emigrato in Perù e poi ritornato fra le colline della sua Brianza, ho ereditato lo spirito d’avventura e l’amore per la mia terra. Perché di queste due cose sono fatta, un po’ nomade e un po’ stanziale. Andare e ritornare, proprio come le rondini che ancora nidificano sotto i tetti della fattoria del nonno dove vivo…. “Inverno in Egitto, giugno a Parigi. Snobismo delle rondini“, scriveva Paul Morand. Il viaggio è stato per me il primo amore. A quarant’anni ho dato le dimissioni dall’Istituto Sperimentale Linguistico dove insegnavo inglese, preferendo la vita a colori del mondo che è fuori, inseguendo nuove partenze e nuovi ritorni, ma sempre con la passione e la curiosità della prima volta.


I MIEI LIBRI