Le mie Letture

Come perdere turisti per pura avidità

Scritto da il 18/08/2008

Leggendo un’interessante riflessione di Maurizio Maggiani su Il Secolo XIX, ho pensato di girare il link sul blog. Parla di riviera ligure, ma l’atteggiamento spremi-turista è diffuso purtroppo ovunque in Italia. Se noi trattiamo così i turisti (italiani, ma soprattutto stranieri, visto che sono inevitabilmente i più esposti a cadere nelle trappole), non aspettiamoci un trattamento diverso all’estero. E invece, ripensando ai miei viaggi, mi vengono in mente soprattutto, se non soltanto, episodi di ospitalità sincera e gentilezza. Non vorrei fare la moralista, ma un altro degli insegnamenti del viaggio è proprio quello di trattare lo straniero come vorremmo essere trattati noi quando siamo altrove.

A.M.

Come perdere turisti per pura avidità

Di Maurizio Maggiani – 17 agosto 2008 – Il Secolo XIX – Genova

E a proposito di Maurizio Maggiani, vorrei ricordare il suo libro “Il viaggiatore notturno” (Feltrinelli 2006). Avrei voluto scriverne la recensione, poi i libri letti si sono accumulati ed è rimasto in stand-by. Un libro particolare, lento, non certo consigliabile a chi cerca romanzi d’azione. Ma pieno di suggestione. Mi sono piaciute, forse perché amo così tanto le rondini, le pagine a loro dedicate mentre il protagonista, un irundologo, aspetta il loro passaggio nel mezzo del Sahara. Commoventi le pagine dell’assedio di Tuzla. Le storie si intrecciano, non sempre è facile seguirle, ma bisogna lasciarsi trasportare dal racconto, talvolta onirico, proprio come ascoltando delle storie intorno a un fuoco nel deserto …

 A.M.

TAGS
RELATED POSTS
1 Comment
  1. Rispondi

    armando

    21/08/2010

    Sono completamente d’accordo. Non esiste Paese in Europa che sprema i turisti come in Italia. Prezzi assurdi, birra a 12,50 euro al litro, panini da quattro soldi a 6, 7 8 euro in piedi, ristoranti (le trattorie al giusto prezzo dove sono finite?)misere pensioncine a 75/80 euro a persona più bevande, in agosto, spiagge (un carnaio) da rapina e via dicendo. Ricevute fiscali, termine sconosciuto. Eppure basterebbe controllare su Internet i costi dei servizi in Croazia, Rep. Ceca, Ungheria, Romania,Bulgaria, la Spagna stessa; probabilmente il turista italiano è prevenuto o abitudinario o pigro ma questa è solo una mia ipotesi.

LASCIA UN COMMENTO

ANNA MASPERO
Como, IT

Ho insegnato inglese, piantato alberi, letto molto e molto viaggiato. Non ho mai smesso di cercare e di pormi domande e sono certa che molte risposte stiano nel viaggio e nei libri. Ho scritto due libri sul viaggio: “A come Avventura, Saggi sull’arte del viaggiare” e “Il Mondo nelle Mani, Divagazioni sul viaggiare”, sono autrice della guida Bolivia e della guida Colombia, tutti editi da Polaris. Collaboro con diverse riviste fra cui LatitudesLife ed Erodoto108. Quando non sono in giro per il mondo, mi trovate nella mia fattoria in Brianza e naturalmente sempre sul mio blog.


Collaborazioni

I MIEI LIBRI