Pensieri in libertà

Da un amico viaggiatore

on
22/02/2013

Inviato: giovedì 21 febbraio 2008 11.00
A: Anna Maspero
Oggetto: Ciao!

Ciao Anna,
… ogni volta che penso ad un viaggio penso anche a te. Ho voglia di fare un viaggio.
Sono arrivato a credere che viaggiare sia un modo per ricongiungermi con me stesso, perchè rimetto in moto i miei sensi e la mia spinta verso la vita… non sempre nella frenesia delle cose riesco a farlo a “casa”.
Il “sentire” si assopisce un po’ e relego le cose realmente importanti in fondo alla lista… il mio obbiettivo comunque è cambiare questa tendenza.
Scusa se ho divagato, ma le persone ti cercano non solo per informazioni sull’itinerario, ma anche perchè percepiscono in te un senso di VERO e si liberano in discorsi che talvolta non tutti percepiscono…

Un grosso ciao
M.V.

TAGS
RELATED POSTS
ANNA MASPERO
Como, IT

A come Avventura, B come Bolivia , C come Colombia, M come Mondo… ma anche C come Casa e Cascina Chigollo… Potrebbe essere il titolo del racconto della mia vita di partenze e ritorni. Da mio nonno, soprannominato “Mericàn”, emigrato in Perù e poi ritornato fra le colline della sua Brianza, ho ereditato lo spirito d’avventura e l’amore per la mia terra. Perché di queste due cose sono fatta, un po’ nomade e un po’ stanziale. Andare e ritornare, proprio come le rondini che ancora nidificano sotto i tetti della fattoria del nonno dove vivo…. “Inverno in Egitto, giugno a Parigi. Snobismo delle rondini“, scriveva Paul Morand. Il viaggio è stato per me il primo amore. A quarant’anni ho dato le dimissioni dall’Istituto Sperimentale Linguistico dove insegnavo inglese, preferendo la vita a colori del mondo che è fuori, inseguendo nuove partenze e nuovi ritorni, ma sempre con la passione e la curiosità della prima volta.


I MIEI LIBRI