on
06/05/2016

Fuocoammare” (Italia / Francia, 2016) di Gianfranco Rosi

“Your position” chiede la voce fuori campo, risponde una disperata richiesta d’aiuto e poi il silenzio del mare che si richiude sopra le speranze naufragate di chi cerca un luogo dove sia possibile vivere e lavorare.
Solo ora ho visto questo film vincitore a Berlino dell’Orso d’oro a Berlino. I numeri cui siamo abituati dalla cronaca quotidiana diventano volti ed è un pugno nello stomaco. Ne sono uscita con un nodo alla gola. Come dalla lettura di Bilal, il racconto del viaggio dei migranti dall’Africa a Lampedusa, vissuto e scritto qualche anno fa dal giornalista Fabrizio Gatti. Lampedusa, una piccola isola posta suo malgrado al confine di un’Europa incapace di fronteggiare una crisi umanitaria gravissima. Da una parte le storie degli isolani, gente semplice ma capace di accogliere. Dall’altra l’urlo silenzioso di una folla di migranti, uomini, donne e bambini stipati sopra e sottocoperta su barche fatiscenti. Fuocammare un film da vedere e da proiettare nelle scuole.

Anna

TAGS
RELATED POSTS
ANNA MASPERO
Como, IT

A come Avventura, B come Bolivia , C come Colombia, M come Mondo… ma anche C come Casa e Cascina Chigollo… Potrebbe essere il titolo del racconto della mia vita di partenze e ritorni. Da mio nonno, soprannominato “Mericàn”, emigrato in Perù e poi ritornato fra le colline della sua Brianza, ho ereditato lo spirito d’avventura e l’amore per la mia terra. Perché di queste due cose sono fatta, un po’ nomade e un po’ stanziale. Andare e ritornare, proprio come le rondini che ancora nidificano sotto i tetti della fattoria del nonno dove vivo…. “Inverno in Egitto, giugno a Parigi. Snobismo delle rondini“, scriveva Paul Morand. Il viaggio è stato per me il primo amore. A quarant’anni ho dato le dimissioni dall’Istituto Sperimentale Linguistico dove insegnavo inglese, preferendo la vita a colori del mondo che è fuori, inseguendo nuove partenze e nuovi ritorni, ma sempre con la passione e la curiosità della prima volta.


I MIEI LIBRI