Amor America I miei Libri

Le Guide Polaris

on
14/10/2013

Più che delle guide sono dei veri e propri libri, da portare con sé durante il viaggio, ma soprattutto da leggere prima e dopo, e non ultimo, sono belle da conservare e da collezionare. Sono guide d’approfondimento per viaggiatori che non sono dei “turisti per caso”, ma sono sempre più protagonisti consapevoli delle proprie scelte, alla ricerca di esperienze interessanti e non preconfezionate e capaci di orientarsi nella geografia del mondo come nel mare del web e di ottenere rapidamente le informazioni pratiche di cui hanno bisogno.

nostri viaggiatori non desiderano essere guidati al semplice “riconoscimento” dei luoghi, ma vogliono conoscerli davvero. Vogliono strumenti che possano rivelare l’anima di un Paese, con le sue luci e le sue ombre, senza offrirne la solita immagine edulcorata e stereotipata. Cercano informazioni non banali, per orientarsi nello spazio e per decifrare un Paese, per trovare stimoli e non solo risposte, per avere chiavi di lettura utili ad aprire le porte di un mondo fatto di luoghi e di incontri che si accingono ad esplorare loro personalmente con curiosità e sensibilità, seguendo anche l’istinto e le suggestioni. Cercano un libro che sia un buon compagno di viaggio, stimolante, attento, divertente, interessante e non un elenco di indirizzi di hotel e ristoranti. Le informazioni pratiche per preparare un viaggio si possono trovare più facilmente in una agenzia di viaggio, nel web o attraverso altri canali esaurienti e aggiornati.

I nostri viaggiatori a un libro di viaggio chiedono altro. E le nostre Guide Polaris offrono altro.

TAGS
RELATED POSTS
ANNA MASPERO
Como, IT

A come Avventura, B come Bolivia , C come Colombia, M come Mondo… ma anche C come Casa e Cascina Chigollo… Potrebbe essere il titolo del racconto della mia vita di partenze e ritorni. Da mio nonno, soprannominato “Mericàn”, emigrato in Perù e poi ritornato fra le colline della sua Brianza, ho ereditato lo spirito d’avventura e l’amore per la mia terra. Perché di queste due cose sono fatta, un po’ nomade e un po’ stanziale. Andare e ritornare, proprio come le rondini che ancora nidificano sotto i tetti della fattoria del nonno dove vivo…. “Inverno in Egitto, giugno a Parigi. Snobismo delle rondini“, scriveva Paul Morand. Il viaggio è stato per me il primo amore. A quarant’anni ho dato le dimissioni dall’Istituto Sperimentale Linguistico dove insegnavo inglese, preferendo la vita a colori del mondo che è fuori, inseguendo nuove partenze e nuovi ritorni, ma sempre con la passione e la curiosità della prima volta.


I MIEI LIBRI