I miei Libri Il Senso del Viaggio News

Nostos, grande successo per una “prima” emozionante

on
07/09/2009

Ieri sera,  nella splendida cornice di Corte San Rocco un pubblico attento e numerosissimo, a stento contenuto dall’antico cortile di case di ringhiera del centro storico di Cantù, ha vissuto la magia di una serata davvero speciale: la prima rappresentazione di NOSTOS, uno spettacolo che parla di sogni, di viaggi e di ritorni con i testi a cura di Christian Poggioni e Anna Maspero, inserito nella programmazione della manifestazione culturale PAROLARIO

Come non lasciarsi andare all’emozione quando Christian Poggioni – attore protagonista del monologo – ricorda la prima orma di piede umano lasciata da Neil Armstrong sulla luna e alle sue spalle sorge una splendida luna piena che sembra parte stessa della coreografia? O quando recita gli ultimi minuti fatali dell’Ulisse di Dante “tutte le stelle già dell’altro polo vedea la notte” e le stelle sono lì ad ascoltare, come appese per magia sopra le teste degli spettatori dalla sceneggiatrice Aurélie Borremans? Il testo si sviluppa a partire sia dalle opere che dalla vita di diversi autori tra i quali Dante, Baudelaire, Terzani, Montale, Brecht, Rigoni Stern, Severgnini, Kapuscinski, Chatwin, Ndjock Ngana, Sciascia, Kavafis, Saramago, Caproni.  Le loro parole sono rielaborate e ricomposte all’interno di una drammaturgia cui fanno da trama riflessioni dello stesso Christian Poggioni e di Anna Maspero, con stralci tratti dal suo libro “A come Avventura, saggi sull’arte del viaggiare”. Ne è nato un monologo intenso, dai toni ora tragici ora comici, ora poetici ora realistici che accompagna il pubblico in un percorso scandito da quattro tappe: sogno, partenza, viaggio, ritorno. La forza della parola è amplificata dalle suggestioni di una scenografia poetica che gioca con tessuti preziosi, vele di tela grezza, reti e cordami su cui magicamente si riflettono immagini d’altrove.

Mi permetto di trascrivere la mail inviatami da un’amica: “che spettacolo splendido e palpitante, quante corde ha sfiorato, dal pianto al riso, quanti pensieri….Grazie. Complimenti, a te, a Christian, ad Aurélie! Le mie amiche sono rimaste entusiaste.”

TAGS
RELATED POSTS
ANNA MASPERO
Como, IT

A come Avventura, B come Bolivia , C come Colombia, M come Mondo… ma anche C come Casa e Cascina Chigollo… Potrebbe essere il titolo del racconto della mia vita di partenze e ritorni. Da mio nonno, soprannominato “Mericàn”, emigrato in Perù e poi ritornato fra le colline della sua Brianza, ho ereditato lo spirito d’avventura e l’amore per la mia terra. Perché di queste due cose sono fatta, un po’ nomade e un po’ stanziale. Andare e ritornare, proprio come le rondini che ancora nidificano sotto i tetti della fattoria del nonno dove vivo…. “Inverno in Egitto, giugno a Parigi. Snobismo delle rondini“, scriveva Paul Morand. Il viaggio è stato per me il primo amore. A quarant’anni ho dato le dimissioni dall’Istituto Sperimentale Linguistico dove insegnavo inglese, preferendo la vita a colori del mondo che è fuori, inseguendo nuove partenze e nuovi ritorni, ma sempre con la passione e la curiosità della prima volta.


I MIEI LIBRI