on
20/04/2016

_DSC1976Salento (non in Puglia, ma in Armenia… che non è l’Armenia, ma una regione cafetera della Colombia… chiaro, no?): ordino un espresso in un piccolo caffè sulla via principale Carrera 6. Il nome è italiano “Caffè Matto” e in effetti l’espresso è ottimo. Dietro al banco una giovane sorridente. Sul banco un bicchiere per le mance con un cartello “Para viajar, for travelling…”. Chiacchieriamo, lei si chiama Estefania e sogna di viaggiare sola in Sudamerica… Guardandola rivedo me stessa alla sua età: “Suerte amiga, que te vaya bién“.

Anna

P.S.: se passate da lì salutatela per me e aiutatela a trasformare il suo sogno in realtà 🙂

 

 

 

 

 

TAGS
RELATED POSTS
ANNA MASPERO
Como, IT

A come Avventura, B come Bolivia , C come Colombia, M come Mondo… ma anche C come Casa e Cascina Chigollo… Potrebbe essere il titolo del racconto della mia vita di partenze e ritorni. Da mio nonno, soprannominato “Mericàn”, emigrato in Perù e poi ritornato fra le colline della sua Brianza, ho ereditato lo spirito d’avventura e l’amore per la mia terra. Perché di queste due cose sono fatta, un po’ nomade e un po’ stanziale. Andare e ritornare, proprio come le rondini che ancora nidificano sotto i tetti della fattoria del nonno dove vivo…. “Inverno in Egitto, giugno a Parigi. Snobismo delle rondini“, scriveva Paul Morand. Il viaggio è stato per me il primo amore. A quarant’anni ho dato le dimissioni dall’Istituto Sperimentale Linguistico dove insegnavo inglese, preferendo la vita a colori del mondo che è fuori, inseguendo nuove partenze e nuovi ritorni, ma sempre con la passione e la curiosità della prima volta.


I MIEI LIBRI