Le mie Letture News

Un anno da Reporter

Scritto da il 06/06/2008

Per festeggiare con Il Reporter il suo primo anno di vita, pubblico l’articolo di Andrea Lessona, il suo direttore e fondatore. Con l’augurio di buona strada e che il sogno continui a essere realta’!

   Il Reporter

Dove il dito ferma il mappamondo, inizia una storia.

E il reporter è lì per ascoltarla, per fare domande, per capire. Per raccontarla.

E’ un anno oggi che ho fondato questo giornale con l’ambizione di dare voce a chi non ce l’ha per andare oltre il confine del silenzio.

Perché il confine non è solo una barriera fisica, ma soprattutto mentale. E’ lì che ho chiesto ai miei collaboratori di vivere con emozione e passione.

E di trasferire sulla carta digitale esperienze vere e sofferte: un modo di fare giornalismo quasi scomparso.

Ma è l’unico che conosca: quello che da piccolo ho sognato e ho imparato dai Grandi. Dedicando tutto me stesso.

I miei reporter hanno risposto sempre con articoli intensi, che hanno fatto di questo giornale una voce libera, indipendente e ascoltata.

Soprattutto da Voi, cari lettori, che avete apprezzato, in un crescendo continuo, il lavoro di un manipolo di giornalisti che hanno avuto la follia di seguire un sogno per regalarne altri.

Oltre 1500 servizi, 150 photogallery, 75 video pubblicati non sono numeri vuoti, ma densi di coraggio nel riportare quello che altri hanno dimenticato al di là di uno steccato.

Notizie scomode, storie taciute, verità negate, posti dimenticati, luoghi senza nome ma con un passato importante come il futuro.

Il sacrificio è stato grande, soprattutto quando si lotta senza mezzi economici. Ma la Verità non ha prezzo.

E sino a quando il sogno avrà la forza di far girare il mappamondo, ci sarà sempre il nostro dito a fermarlo su una nuova storia. E il reporter a raccontarla.

Buon viaggio!

Andrea Lessona

 Andrea Lessona

TAGS
RELATED POSTS
2 Comments
  1. Rispondi

    gio

    07/06/2008

    La rete sta diventando lo spazio capace di raccogliere pensieri e storie vere senza i limiti e le pastoie della carta stampata. Il problema è trovare la rotta nel mare magnum di internet, darsi strumenti di selezione per non naufragare…
    ciao, gio

  2. Rispondi

    AnnaF

    16/06/2008

    Sicuramente è più facile perdersi, ma a volte è anche bello. Capiti dove non saresti voluto andare. Scopri cose che non pensavi esistessero. Leggi, pensi, scrivi… A me piace…

LASCIA UN COMMENTO

ANNA MASPERO
Como, IT

Ho insegnato inglese, piantato alberi, letto molto e molto viaggiato. Non ho mai smesso di cercare e di pormi domande e sono certa che molte risposte stiano nel viaggio e nei libri. Ho scritto due libri sul viaggio: “A come Avventura, Saggi sull’arte del viaggiare” e “Il Mondo nelle Mani, Divagazioni sul viaggiare”, sono autrice della guida Bolivia e della guida Colombia, tutti editi da Polaris. Collaboro con diverse riviste fra cui LatitudesLife ed Erodoto108. Quando non sono in giro per il mondo, mi trovate nella mia fattoria in Brianza e naturalmente sempre sul mio blog.


Collaborazioni

I MIEI LIBRI