News

We are such stuff as dreams are made on

on
10/04/2017

primaveraNLCamminando per le vie affollate e colorate del Fuorisalone di Milano e curiosando in una piccola galleria, ho visto delle sculture in corten che mi erano famigliari: la coppia di artisti de Il Guardiano delle Acque, che ogni anni incontravo a Como a Orticolario, esponevano qui alcuni dei loro lavori. Proprio pochi giorni prima avevo inviato la mia newsletter  con in apertura una foto di una loro scultura di grande bellezza e con scritto, riferendomi alla mia casa, “qui è dove vivo e dove voglio vivere e sognare”.

Ora in soggiorno, appoggiata su una vecchia cassapanca, c’è una nuova piccola scultura: una scala che entra in una nuvola e sulla nuvola una donna parla a un uccello. Sopra splende un sole, un’opera dell’amico artista boliviano Gonzalo Cardoso. È assolutamente perfetta. Grazie a Giacomo Sparasci per riuscire a trasferire parole dentro la materia.

Questo è anche il messaggio che vorrei fosse il mio augurio Pasqua a tutti gli amici: non smettete di sognare, perché, come cantavano gli aborigeni australiani che di sogni se ne intendevano, quelli che smettono di sognare sono persi.

Anna

 

TAGS
RELATED POSTS
ANNA MASPERO
Como, IT

A come Avventura, B come Bolivia , C come Colombia, M come Mondo… ma anche C come Casa e Cascina Chigollo… Potrebbe essere il titolo del racconto della mia vita di partenze e ritorni. Da mio nonno, soprannominato “Mericàn”, emigrato in Perù e poi ritornato fra le colline della sua Brianza, ho ereditato lo spirito d’avventura e l’amore per la mia terra. Perché di queste due cose sono fatta, un po’ nomade e un po’ stanziale. Andare e ritornare, proprio come le rondini che ancora nidificano sotto i tetti della fattoria del nonno dove vivo…. “Inverno in Egitto, giugno a Parigi. Snobismo delle rondini“, scriveva Paul Morand. Il viaggio è stato per me il primo amore. A quarant’anni ho dato le dimissioni dall’Istituto Sperimentale Linguistico dove insegnavo inglese, preferendo la vita a colori del mondo che è fuori, inseguendo nuove partenze e nuovi ritorni, ma sempre con la passione e la curiosità della prima volta.


I MIEI LIBRI